Equipe Universitaria di Ortopedia Rigenerativa e Ricostruttiva (E.U.O.R.R.)

Responsabile: Prof. Giuseppe Peretti

Reparto
Ambulatorio
Day hospital
Caposala

Geroldi Manuela

 

Per prenotazioni di visite specialistiche e/o esami strumentali si prega di chiamare

dal Lunedì al Sabato dalle 8.00 alle 20.00 il numero  02.35968181

Per informazioni su ricoveri e tempi di attesa si prega di chiamare il numero 02.662141 e chiedere

dell' UFFICIO RICOVERI

  • EQUIPE
  • ATTIVITÀ CLINICA

    351 Ricoveri nel 2014

    L'attività clinica è rivolta alla prevenzione e alla cura delle patologie di carattere ortopedico sia nell'ambito traumatologico che in quello degenerativo con particolare riferimento ai distretti articolari, quali anca, ginocchio e spalla.

    L'obiettivo del  trattamento è quello di ripristinare la normale anatomia e funzione articolare alterata a seguito di lesioni traumatiche (lesioni cartilaginee ed osteocondrali, rotture legamentose e meniscali, lesioni muscolo-tendinee e lesioni capsulari) o di scompensi di carico e/o allineamento (sindromi da overuse, deviazioni assiali, patologie da maltracking), agendo precocemente in modo tale da prevenire il danno cronico secondario all'alterata biomeccanica articolare.

    In presenza di una degenerazione articolare già in atto le soluzioni possono essere chirurgiche (trattamenti condrali/osteocondrali  basati sui principi della medicina rigenerativa) e non chirurgiche (terapie strumentali e sedute fisioterapiche mirate) in grado di rallentare la progressione del danno degenerativo articolare, di ridurre i sintomi dolorosi e di migliorare l’autonomia funzionale.

    Infine, in presenza di un danno artrosico avanzato, si procede con  l’intervento di sostituzione chirurgica articolare (protesizzazione) un atto fondamentale per il trattamento del paziente,  quando non c'e' più spazio per ogni altro tipo di trattamento in grado di “salvare” l’articolazione malata. La sostituzione chirurgica articolare viene eseguita sulla base del massimo risparmio e rispetto tessutale sia osseo che muscolare e sulla possibilità di impiego delle tecniche e degli impianti più innovativi a disposizione.

    Per la chirurgia protesica di anca, ginocchio e spalla il razionale che guida la sostituzione protesica è legato:

    al ripristino della biomeccanica articolare precedente all'evento scatenante la degenerazione; per fare ciò ci si avvale di un programma informatico che ci consente di studiare le immagini digitali e pianificare l’intervento più indicato;

    allo studio della qualità dell'osso accettante l'impianto protesico in modo da verificare ed eventualmente stimolare la “integrazione” dello stesso;

    all'utilizzo di impianti che meglio si adattano alla morfologia articolare e con materiali di interfaccia scelti in funzione della richiesta funzionale di ogni singolo individuo.

  • INTERVENTI

    Chirurgia protesica di anca, ginocchio e spalla.
    Chirurgia di revisione di protesi di anca, ginocchio e spalla.
    La chirurgia di revisione si basa in primis sull’identificazione delle cause di fallimento dell'impianto e quindi sulla sostituzione della protesi. Spesso infatti la mobilizzazione dell'impianto protesico è legato ad aspetti metabolici poco considerati all’interno della dalla comunità scientifica ortopedica. Vengono inoltre trattate le infezioni protesiche e non protesiche mediante utilizzo di blocchi spaziatori antibiotati in attesa dell’impianto protesico definitivo.

    Chirurgia conservativa dell’anca comprendente:
    Il trattamento del conflitto femoro-acetabolare (FAI) con tecnica chirurgica mista mini-open + artroscopica;
    Il trattamento chirurgico della necrosi avascolare della testa femorale (dalle perforazioni multiple all'innesto di tessuto osseo autologo e fattori di crescita);
    Il trattamento chirurgico correttivo di alterazioni morfologiche del 1/3 prossimale di femore (osteotomie sottotrocanteriche varizzanti/valgizzanti e derotanti)

    Chirurgia conservativa del ginocchio comprendente:
    Il trattamento delle lesioni meniscali (meniscectomie selettive, suture meniscali e trapianti meniscali);
    Il trattamento delle lesioni legamentose (riparazioni e ricostruzioni di legamenti crociati e collaterali con tendini autologhi, allogenici e sintetici);
    Il trattamento dei malallineamenti femoro-tibiali e rotulei (osteotomie di varizzazione e di valgizzazione femorale e tibiale, riallineamenti rotulei) e delle lussazioni rotulee (ricostruzione del legamento patello-femorale mediale)
    Il trattamento delle lesioni cartilaginee ed osteocondrali (condroplastiche, microfratture, trapianti osteocondrali autologhi ed impianti di scaffold condrali/osteocondrali). 

    Chirurgia conservativa della spalla comprendente:
    Il trattamento delle sindromi da conflitto subacromiale (acromioplastiche, bursectomie);
    Il trattamento delle lesioni della cuffia dei rotatori (suture tendinee con utilizzo di membrane di rinforzo sintetiche o biologiche); 
    Il trattamento delle lussazioni gleno-omerali (stabilizzazioni capsulo-labrali) e acromion-claveari (sostituzione dei legamenti con tessuti sintetici). Tutti gli interventi elencati sono eseguiti sia per via artroscopica che per via artrotomica.

  • ATTIVITÀ AMBULATORIALE

    L’attività ambulatoriale viene svolta dai medici dell’equipe presso gli ambulatori dell’Istituto, in regime di convenzione o di libera professione, a seconda della richiesta del paziente.

    L’ambulatorio divisionale si articola in prime visite specialistiche ed in visite di controllo.
    La visita ambulatoriale è rivolta alla valutazione di pazienti affetti da patologie di carattere ortopedico-traumatologico con particolare riferimento ai distretti articolari di anca, ginocchio e spalla. 

    Le prestazioni ambulatoriali sono così suddivise:
    - patologia dell’anca e del ginocchio

    - patologia della spalla

    Nell'ambito dell'attività ambulatoriale specialistica dell'anca, del ginocchio e della spalla si eseguono iniezioni intra-articolari con viscosupplementatori (acidi ialuronici a differente peso molecolare o polimeri) e concentrati piastrinici ed artrocentesi finalizzare ad indagare eventuali infezioni osteoarticolari.

    Nell'ambito dell'attività ambulatoriale specialistica della spalla si esegue l'asportazione delle calcificazioni sotto controllo ecografico. Si tratta di una procedura innovativa, mini-invasiva, gravata da minime complicanze ed in grado di rimuovere le concrezioni calcifiche in quei casi in cui le onde d'urto si dovessero rivelare inefficaci.
    Al termine della visita viene indicato il percorso diagnostico-terapeutico più adatto per ciascun paziente. Un ulteriore spazio ambulatoriale è riservato al controllo dei pazienti nel periodo post-operatorio.

  • ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DIDATTICA

    Il gruppo EUORR è molto produttivo per quanto riguarda l’attività scientifica, con una produzione di oltre 500 pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali, molte delle quali su prestigiosi Journal indicizzati a livello internazionale. Inoltre, tutti i componenti sono prolifici nella partecipazione ad attività congressuale nazionale ed internazionale ed anche nell’organizzazione di congressi scientifici. Il gruppo godo di fama nazionale ed internazionale per gli studi sulla riparazione del tessuto cartilagineo ed osteocartilagineo.

    Il responsabile dell’Equipe, il Prof. Giuseppe Peretti, è Professore Associato in Malattie dell’Apparato Locomotore presso la Università degli Studi di Milano ed è docente di diversi corsi presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia, la Scuola di Scienze Motorie e la Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia dello stesso Ateneo.
    E’ stato inoltre per 10 anni titolare del corso “Ingegneria dei tessuti” presso la Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Presso lo stesso Ateneo è stato inoltre docente presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia in inglese “International MD Program” al corso Human Morphology.

    EUORR sta portando avanti uno studio sperimentale Nose-to-knee finanziato dalla Comunità europea e promosso dall'IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi in partnership con importanti strutture ospedaliero-universitarie di Basilea, Friburgo e Zagabria, che mira a testarne il potenziale dei controciti nasali nella riparazione delle cartilagini articolari del ginocchio.

    Finora è stato portato a termine uno studio di fase 1 per verificare la sicurezza di questa sperimentazione, attualemnte è in corso la seconda fase, che prevede l'arruolamento di altri pazienti che verranno seguiti per due anni, valutati clinicamente e con imaging. Il paziente ideale ha un’età compresa tra i 18 e i 65 anni, presenta lesioni relativamente recenti, quindi insorte da meno di 5 anni.

    Trattandosi di uno studio clinico, per candidarsi è necessario non soffrire di alcune patologie, come le malattie del collagene o malattie autoimmuni, epatiti o altre particolari patologie infettive.

    Per informazioni sul trial e per candidarsi scrivere a: cartilagineginocchio@libero.it

  • CONVEGNI


    Il gruppo EUORR è molto produttivo per quanto riguarda l’organizzazione e la partecipazione ad attività congressuale, avendo effettuato oltre 500 presentazioni a congressi nazionali ed internazionali. 

    Di seguito, l’elenco di alcuni congressi dell’anno 2012:

    • Diagnosi, trattamento e valutazione delle lesioni cartilaginee e meniscali del giovane e dell’anziano: confronto tra imaging ed artroscopia. Varese 24 Febbraio, 2012

    • IMID Scientific Conference – 2012. 8th Edition. Stem cells. From Immune Mediated Inflammatory Diseases (IMIDS) to Regenerative Medicine. Lecce 7-10 March, 2012

    • 15th ESSKA Congress, Geneva, May 2-5, 2012

    • XIV Congresso IORS 2012, Brescia 8-9 Giugno 2012

    • Congresso Internazionale Ediacademy. Lesioni Muscolari e Tendinopatie dell’Arto Inferiore nello Sport. Prevenzione, terapia, riabilitazione, ritorno in campo. Milano, 9 Giugno 2012

    • Società Italiana Biomateriali, Congresso Nazionale Biomateriali, Lecce, 18-20 Giugno 2012

    • XII Congresso nazionale SICOOP (Società Italiana Chirurghi Ortopedici dell’Ospedalità Privata). Milano, 21-23 Giugno, 2012

    • 3rd TERMIS world Congress 2012. 5-8 September 2012, Vienna

    • 42° Simposio “Oscar Scaglietti”. Alghero, 13-15 Settembre 2012

    • 66° congresso della Società Italiana di Anatomia e Istologia, Pistoia, 20-23 Settembre, 2012

    • 109° Congresso Nazionale S.P.L.L.O.T. Genova, 27-29 Settembre, 2012

    • 4° Congresso Nazionale SIGASCOT 2012. Napoli, 10-12 Ottobre 2012

    • 7° corso di traumatologia dello sport: le patologie da sovraccarico funzionale. Milano, 25-26 Ottobre 2012

    • I traumi nello sport. Diagnosi, trattamento, prevenzione. Seregno, 27 Ottobre 2012

    • Knee and Ankle Connective Tissue Repair; One-day workshop - Nicola’s Foundation. Arezzo, 28 October 2012

    • 97th National Congress of the Italian Society of Orthopaedics and Traumatology. Rome, 10-14 November 2012

    • “Procedure nella Traumatologia Pediatrica”. Milano, 24 Novembre 2012

X