Linea di ricerca 2 - Fisiopatologia chirurgica, farmacologia e tecnologia nelle malattie del sistema osteomuscolotendineo

Il core dell’attività assistenziale e di ricerca dell’Istituto Ortopedico Galeazzi è costituito dalla chirurgia ortopedica, dalla chirurgia protesica, dalla chirurgia dei traumi e dalla neurochirurgia. Da qui la crescente necessità di studiare e innovare le tecniche chirurgiche e dei materiali, mediante la progettazione di dispositivi biomedicali e di biotecnologie, con un approccio multidisciplinare alla patologia muscolo-scheletrica e neuromuscolare. Le conoscenze in ambito biologico e bio-ingegneristico rappresentano un requisito fondamentale nella realizzazione di nuove terapie e protocolli.

L’obiettivo di questa linea di ricerca è il trasferimento nella pratica clinica dei risultati ottenuti dalla valutazione preclinica di tecniche chirurgiche, biomateriali e dispositivi innovativi e sperimentali. In particolare, alcuni progetti si occuperanno di mettere a punto metodiche e tecnologie per la diagnosi precoce del fallimento protesico e per la sorveglianza post-impianto, inclusi i registri di outcome, elaborando, ove possibile, analisi costo-beneficio. Inoltre alcuni studi saranno rivolti alla sperimentazione di nuove metodologie biologiche, quali l’utilizzo combinato di biomateriali e di cellule mesenchimali per il trattamento di difetti cartilaginei e/o ossei e l’utilizzo di fattori di crescita autologhi per indurre o accelerare i processi di guarigione tissutale. Particolare attenzione sarà rivolta al miglioramento delle tecniche artroscopiche, sia per il trattamento delle componenti legamentoso-tendinee che cartilaginee, sperimentando nuove metodiche e testando dispositivi innovativi. Un ulteriore campo di studio e di applicazione è il controllo delle infezioni post-protesiche, con particolare attenzione alla formazione del biofilm batterico e alle metodiche per superare tale barriera fisica.

X